Tirocinanti mmg chiedono aumenti e il diritto a scegliersi tutor

Tirocinanti mmg chiedono aumenti e il diritto a scegliersi tutor
image_pdfimage_print

Rassegna Stampa


doctor-33

Tirocinanti mmg chiedono aumenti e il diritto a scegliersi tutor

11/11/2013


I giovani medici del tirocinio triennale post-laurea vogliono imparare i nuovi modelli gestionali e chiedono un adeguamento del tenore di vita. Se ne parla al 68° congresso con il rappresentante del ministero della Salute Giovanni Leonardi. La prima richiesta di Fimmg Formazione è adeguare la borsa di studio, se non al contratto degli specializzandi (1800 euro lordi/mese esentasse) almeno all’inflazione consentendo il recupero degli arretrati a partire dall’ultimo adeguamento del 2007: la retribuzione netta del tirocinante salirebbe così dagli attuali 850 euro netti mese (11650 lordi/anno) a oltre 1000. «Seconda richiesta, miglioriamo la qualità didattica», sollecita Giulia Zonno, coordinatrice Fimmg Formazione. «Si possono fare interventi a costo zero, come allungare da 12 a 18 mesi il tirocinio negli studi dei medici di famiglia tutor, o consentirci di scegliere il tutor in relazione alle specifiche esigenze: diverso è se un giovane mira a competenze in ecografia o in assistenza domiciliare. Solo la Lombardia offre elenchi di tutor con annessa specificità». Zonno chiede poi più contenuti specifici della medicina generale negli insegnamenti: «Sapere cos’è una cooperativa di medicina generale, cosa può darci, come si gestisce il personale di studio. E ancora: vorremmo saper utilizzare i software di studio, fin qui solo la Puglia ha avviato progetti ad hoc. E vorremmo si incentivassero eventuali periodi formativi all’estero. Dei contenuti del triennio si occupano le regioni» ammette Zonno «ma il ministero è parte del tavolo tecnico su questa materia e può sollecitare alle regioni di coordinarsi».

Torna alla sezione di Rassegna Stampa

Share This Post

Post Comment