Congresso FIMMG 2015

Congresso FIMMG 2015

Congresso FIMMG 2015

14/10/2015


Congresso FIMMG 2015“La Fimmg ha bisogno di futuro, un futuro che deve considerare l’evoluzione dei nostri giovani della formazione in Medicina Generale come una necessità non come uno dei tanti adempimenti che leggi europee ci hanno determinato”. Queste le parole del Segretario Nazionale della Fimmg, Giacomo Milillo, nel corso del congresso nazionale Fimmg-Metis che si è appena concluso a Domus de Maria (CA).

Un congresso differente in cui si è parlato tanto e principalmente di rinnovo della convenzione e appropriatezza prescrittiva; ma mentre sul palco si alternavano il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin, il Presidente FNOMCeO Roberta Chersevani e il Presidente ENPAM Alberto Oliveti, i giovani, animati da grande entusiasmo, hanno potuto prendere coscienza del forte interesse nei loro confronti sia nell’ambito della politica sindacale, che in quella previdenziale.

Il Coordinamento FIMMG Formazione, moderato dalla dott.ssa Arciello segretario nazionale del settore speciale e dal dott. Peterle vice responsabile nazionale comunicazione, è stato protagonista della tavola rotonda che si è svolta il sabato mattina dal titolo: ”Evoluzione o deriva privatistica del SSN, qual è il futuro della formazione in MG?”, un argomento ostico in cui si è affrontato il problema della possibile involuzione privatistica del SSN dal punto di vista del corsista in Medicina Generale. In tale contesto il corso di formazione deve rimanere un punto imprescindibile per l’esercizio della Medicina Generale, non solo per l’esigenza di ottemperare a quelle che sono attualmente le normative europee, ma soprattutto per la necessità di ottenere quelle competenze specifiche della Medicina Generale che non vengono impartite nel percorso didattico pre-laurea e che devono essere necessariamente acquisite nel territorio in cui si andrà a esercitare la professione.

Sono state trattate inoltre le problematiche inerenti all’accesso al corso, rappresentate dalle elusioni alla già carente programmazione sanitaria. In particolare il coordinamento Fimmg Formazione ha colto l’occasione per sottolineare l’efficacia della proposta del 70/30, che prevede un concorso di ammissione con 70 domande comuni e 30 differenziate per ciascuna regione, come soluzione logica e di più semplice attuazione al recente problema dell’accesso per ricorso.

E’ stata ribadita, ancora una volta, la necessità di un core curriculum che uniformi i programmi e garantisca uno standard qualitativo nelle varie sedi per superare la difformità inter ed intra regionale dei contenuti della formazione previsti dal corso.

Alla tavola rotonda hanno preso parte anche Massimo Magi, segretario regionale FIMMG Marche, e Romano Paduano, segretario regionale Fimmg Friuli Venezia Giulia che hanno espresso il loro parere sull’accesso in deroga e offerto una panoramica sulle possibilità di “formazione integrativa” messe a disposizione attualmente e nel futuro anche dalla Fimmg.
Anche il Presidente dell’ENPAM, Alberto Oliveti, è intervenuto dalla platea per manifestare l’intenzione, da parte dell’ente previdenziale, di investire a tutto tondo ed in maniera decisa sul futuro dei giovani a partire dalla casa e finanziando, tramite una sorta di vero e proprio “prestito d’onore”, la formazione di secondo livello permettendo ai giovani di investire nella propria professione.

Nell’intervento conclusivo del Segretario Generale Nazionale, è emersa una forte volontà di dare rilievo all’impegno del settore formazione della Fimmg e di mettere in atto strategie volte a valorizzare e tutelare il titolo e le competenze fornite dal corso di formazione in Medicina Generale, sottolineando, ad esempio, come la mancanza di attività professionalizzanti, escluse dal Patto della Salute, vadano a privare il percorso formativo di un importante tassello.

“Il futuro ha bisogno di lotta, sudore, presenza attiva, innovazione” sottolinea Milillo: FIMMG Formazione durante il 71 Congresso Nazionale ha dimostrato che c’è e che lotterà, come ha fatto finora ed ancora di più, per il futuro della Medicina Generale.

#lalottabuona #valorizziAmoMg

FIMMG Formazione