Fimmg Formazione: bene bocciatura emendamenti Patuanelli, basta con attacchi al CFSMG, sì a tavolo di confronto

Fimmg Formazione: bene bocciatura emendamenti Patuanelli, basta con attacchi al CFSMG, sì a tavolo di confronto
image_pdfimage_print

FIMMG Formazione accoglie con soddisfazione la bocciatura degli emendamenti al DL semplificazione per rischio di incostituzionalità, che ha così comportato anche il ritiro dell’emendamento 9.2 a firma Patuanelli.
Questo risultato che scongiura al momento il grave pericolo di uno svilimento della formazione in Medicina Generale, non è però sufficiente a rassicurare i giovani Medici di Medicina Generale d’Italia. E’ evidente come sia emerso il rischio che un percorso legislativo che vada in questa direzione possa causare la dequalificazione della professione e l’indebolimento della Medicina Generale, e quindi del SSN che su di essa si basa.

Riteniamo che la formazione post lauream sia da garantire rigorosamente a tutti i laureati in Medicina e Chirurgia, con adeguata retribuzione e standard elevati e a questo scopo l’unica soluzione possibile è l’aumento delle borse di studio con investimenti importanti, duraturi e appropriati, che rispondano anche alle esigenze delle varie realtà territoriali. Sosteniamo inoltre che tali investimenti debbano essere necessariamente accompagnati da un lungimirante insieme di provvedimenti volti a ridurre lo spreco delle borse con un reinvestimento dei fondi vincolati per quelle non utilizzate per abbandono o per i “cambi di carriera”, e che allo stesso tempo si premi la scelta vocazionale di tutti quei colleghi che hanno deciso di intraprendere il percorso volto a diventare Medici di Medicina Generale.

Condanniamo il precariato, lo sfruttamento e la disoccupazione dei i colleghi che da anni con le loro prestazioni contribuiscono a reggere l’impianto del nostro servizio sanitario nazionale, ma non possiamo permettere che la presunta stabilizzazione sia messa in atto con procedure che mettono a rischio l’intera assistenza sanitaria territoriale italiana, allontanando i giovani dalla scelta di questo percorso professionale.
Non possiamo più accettare i continui tentativi di attacco alla nostra professione che ultimamente sono sempre più numerosi, come il tentativo di spostamento delle risorse per le borse di studio dal fondo vincolato a quello indistinto, lo scarso investimento sulle borse di studio da stanziare, fino ai due ravvicinatissimi tentativi di sanatoria proposti per il Corso di Formazione Specifica in Medicina Generale inseriti subdolamente nel decreto semplificazione.

La Medicina Generale necessita di soluzioni che risolvano la carenza e garantiscano l’assistenza ai cittadini, ma un insieme di proposte affrettate, non discusse con i rappresentanti della categoria e pericolose per tutti i colleghi coinvolti e per i cittadini stessi non ci sembrano la strada migliore da percorrere.
FIMMG Formazione si impegna a vigilare e ad organizzare tutte le azioni sindacali necessarie a bloccare tempestivamente ogni altro tentativo di distruzione, o di svilimento della Professione e del rispetto delle normative vigenti. Dopo anni di richieste di miglioramenti sostanziali per i corsisti in Medicina Generale, non permetteremo nessun ritorno al passato!
Come settore della OS chiediamo con forza di incontrare il Ministro Grillo e tutte le parti in causa col fine di istituire un tavolo tecnico ministeriale che si occupi di risolvere immediatamente il problema della carenza e del precariato senza ledere nessuna categoria coinvolta.

#piuborsepermmg #redditodicura #nonbruciateciilfuturo

Share This Post

Post Comment