Medicina Generale. I vincitori de “La staffetta del sapere”

Medicina Generale. I vincitori de “La staffetta del sapere”

Rassegna Stampa


quotidiano-sanita

Medicina Generale. I vincitori de “La staffetta del sapere”

12/06/2013


Mentre cresce l’allarme per il ridursi dei mmg nei prossimi anni, Fimmg Formazione organizza la “staffetta del sapere” tra medici senior e junior. Cinque i lavori selezionati che avranno in premio la possibilità di frequentare un ambulatorio in un paese europeo, a scelta tra Danimarca, Olanda o Belgio.

Mettere in contatto le diverse generazioni di medici di medicina generale. È questo l’obiettivo del concorso promosso da Fimmg Formazione e che si è concluso con la premiazione dei vincitori il 7 e l’8 giugno scorsi a Gualdo Tadino. Il concorso, intitolato “La staffetta del sapere”, era articolato in due sezioni: la sezione Junior, che chiedeva ai medici in formazione di produrre elaborati sul tema del proprio inserimento nella MG, e la sezione Senior, nella quale sono stati premiati i Tutor più meritevoli del Corso di Formazione Specifica in Medicina Generale, indicati dagli stessi medici in formazione.

Cinque i lavori selezionati nella sezione junior, che avranno in premio la possibilità di frequentare un ambulatorio di medicina generale in un paese europeo, a scelta tra Danimarca, Olanda o Belgio:
Federica Cianella (Umbria), “Esperienza dalle esperienze: proposte per la formazione in mg, preparare i giovani alla rifondazione della medicina generale”;
Gaia Gorlato (Lombardia), “Ruolo del medico in formazione specifica in medicina generale nel contesto della riorganizzazione dei servizi territoriali”;
Alessandro Mereu (Toscana), “Rinnovamento delle attività pratiche del MMG in formazione: dall’organizzazione al tirocinio”;
Chiara Savoldi (Lombardia), “Da medico tirocinante a medico collaboratore”;
Ilaria Sudati (Lombardia), “Potenziamento delle competenze nella gestione del paziente pediatrico”.

Tre i premiati nella sezione Senior, che saranno ospiti al Congresso nazionale FIimmg del prossimo novembre: Giovanni B. D’Errico (Puglia); Francesco Montanino (Campania) e Giancarlo Tricarico (Puglia).

“Un sottile filo ha collegato tutte le proposte che hanno vinto – ha spiegato Salvatore Caiazza, responsabile nazionale Fimmg Formazione della Comunicazione – quello della necessità di conoscere e saper far conoscere il Ssn ai cittadini attraverso la relazione medico-paziente. Il medico deve saper operare con professionalità e allo stesso tempo trasmettere fiducia al paziente, fiducia in una medicina generale come spazio di cultura, cura e assistenza della persona prima di tutto.”

“Le presentazioni hanno rivelato una conoscenza approfondita del contesto normativo e organizzativo della Medicina Generale di oggi e del prossimo futuro – ha sottolineato Antonio Velluto, responsabile nazionale Fimmg Formazione delle politiche di accesso alla Professione – ed è emersa una diffusa condivisione dell’idea di AFT come sistema organizzativo della medicina del territorio in grado di consentire una più completa espressione delle professionalità coinvolte. Inoltre, i progetti e le proposte di miglioramento del percorso di formazione in MG hanno tenuto giustamente conto del particolare contesto socio-economico, nel quale è imperativo doversi focalizzare sulla valorizzazione delle risorse disponibili: attenzione alle risorse quindi, ma attenzione alle risorse di qualità dei professionisti coinvolti nel percorso”.

La premiazione del concorso si è tenuta nell’ambito del II incontro “Acque della salute e Medici Fimmg”.

Torna alla sezione di Rassegna Stampa