Rinnovo Esecutivo Nazionale FIMMG Formazione

In data 28 Febbraio 2019 presso la sede FIMMG di Roma si sono svolte le elezioni per il rinnovo dell’Esecutivo Nazionale FIMMG Formazione.

Grazie alla grande coesione del settore ed alla volontà di dare un continuum all’enorme lavoro svolto in questi anni si è potuta presentare un’unica lista.

Con la carica di Segretario Nazionale del Settore è stato eletto il Dott. Luca Galzerano (FIMMG Formazione Toscana) mentre i due ruoli di Vice Segretario Nazionale sono stati assegnati alla Dott.ssa Claudia Aiello (FIMMG Formazione Puglia) ed alla Dott.ssa Marta Mora (FIMMG Formazione Piemonte).

L’obiettivo dell’Esecutivo entrante ribadito dal nuovo Segretario è quello di tutelare e sostenere i giovani medici in Formazione Specifica in Medicina Generale e di portare all’attenzione delle istituzioni i bisogni e le criticità riscontrate prima e durante gli anni della Formazione in un sistema che sta cambiando e che deve cambiare ancora.

Per migliorare la gestione delle varie attività dell’Esecutivo ed aumentare la partecipazione del coordinamento è stato creato un Esecutivo Tecnico allargato con l’inserimento di nuove aree tematiche, affiancando al responsabile un vice in modo da garantire continuità al lavoro svolto anche negli anni venturi.

I nuovi responsabili di area sono:

  • Dott.ssa Adriana Di Gregorio (FIMMG Formazione Sicilia) Responsabile Area Comunicazione; vice responsabile Dott. Dario Agnese (FIMMG Formazione Liguria).
  • Dott. Federico Perotti (FIMMG Formazione Toscana) Responsabile Area Scientifica; vice responsabile Dott.ssa Valeria Zurlo (FIMMG Formazione Molise).
  • Dott. Giovanni Papa (FIMMG Formazione Lazio) Responsabile Area accesso alla professione.
  • Dott. Simone Pizzini (FIMMG Formazione Piemonte) Responsabile Core Curriculum; vice responsabile Dott.ssa Mariangela Elefante (FIMMG Formazione Puglia).
  • Dott. Alessandro Rubino (FIMMG Formazione Lombardia) Responsabile Area Economica.
  • Dott.ssa Roberta Minisola (FIMMG Formazione Sicilia) Responsabile Progetto Giovani.
  • Dott. Antonio Tonon (FIMMG Formazione Friuli Venezia Giulia) Responsabile Medicina Generale e Università.
  • Dott. Gaetano Lops (FIMMG Formazione Puglia) Responsabile Elaborazione dati; vice responsabile Dott. Fabio Pescarmona (FIMMG Formazione Valle D’aosta).

L’auspicio per il nuovo Esecutivo è quello di continuare ad impegnarsi con forza e determinazione per il Settore Formazione di FIMMG e per i Medici in Formazione Specifica in Medicina Generale.

 




Dissenso di Fimmg Formazione su emendamento alla manovra che elimina vincolo sulle borse di Medicina Generale

FIMMG formazione esprime disappunto e preoccupazione per l’ennesimo attacco da parte dell’attuale classe politica che rischia di compromettere ulteriormente la formazione specifica in Medicina Generale. Abbiamo infatti appreso che in riferimento all’emendamento 41.027 presentato dai relatori al disegno di legge di bilancio che introduce l’art. 41-bis (disposizioni in materia sanitaria) e nello specifico al comma 2 di questo articolo, viene stabilito il passaggio dell’importo destinato al finanziamento delle borse per la formazione in medicina generale da quota vincolata a quota indistinta del FSN a partire dal 1 gennaio 2019.

La trasformazione delle quote vincolate in quote indistinte è una manovra che mira senza ombra di dubbio a sottrarre fondi dall’investimento nella formazione, e quindi dal futuro, della Medicina Generale e dell’intero SSN. Quale vantaggio comporterebbe alla formazione specifica una tale transizione? Quello forse di “velocizzare” un procedimento che per fondi e adempimenti burocratici è immodificato e sempre uguale da decenni? Quale beneficio nella modifica di ripartizione di questi fondi? Noi per la formazione non ne vediamo, anzi scorgiamo in lontananza tutt’altro progetto.

Il già noto problema delle carenti risorse in tale ambito infatti, è gravato ulteriormente dall’esuberante numero di rinunce (molto spesso anche in itinere) alle borse di studio del corso triennale in medicina generale causato dalla presenza di percorsi formativi alternativi, spesso preferiti dai colleghi non solo per un maggior “vantaggio” economico, ma anche per una programmazione, spesso precaria, nell’ambito della medicina generale e non congrua per un Paese come l’Italia. Quest’anno, per via dello slittamento della data di concorso, questo problema sarà ancora più urgente, rischiando l’abbandono di un alto numero di borse di medicina generale per il viraggio verso la specializzazione.

Tutto ciò rischierebbe di palesare maggiormente l’incapacità delle istituzioni di far fronte alla situazione di emergenza che stiamo attraversando per la carenza di MMG nel Paese. In quest’ottica non vorremmo pensare che la coincidenza di includere nel test d’ingresso al Corso di Formazione Specifica in Medicina Generale i neoabilitati dei mesi di ottobre 2018 e febbraio 2019, che dovranno quindi nel prossimo futuro sostenere il test nazionale per l’accesso alle specializzazioni (il che potrebbe comportare una notevole perdita di borse di studio per la medicina generale), unita all’emendamento in oggetto- che renderebbe tali risorse “non utilizzate” direttamente, trasferibili in altri comparti- fosse un’azione già premeditata allo scopo di colpire ulteriormente tutta la Medicina Generale, sfruttando le risorse destinate a questa per ripianare criticità del sistema esterne a questo ambito.

Guardiamo con fiducia alla recente istituzione del tavolo permanente tra Fnomceo e Regioni e ci auguriamo che nell’ambito del confronto si possa trovare una soluzione urgente anche al grave problema sollevato da questo emendamento e che si possano mantenere i fondi per la Medicina Generale tra quelli vincolati, valutando anzi la possibilità di riutilizzare le risorse stanziate e che verranno disperse per gli abbandoni del corso in itinere, nel recupero e nuovo finanziamento di borse aggiuntive per gli anni successivi da destinare al Corso di Formazione Specifica in Medicina Generale.




Plauso di FIMMG FORMAZIONE alla laurea abilitante

FIMMG Formazione esprime grande soddisfazione per la firma, ad opera del ministro Fedeli, del decreto che introduce una rilevante novità per il mondo dei neolaureati in Medicina e Chirurgia: la laurea abilitante. 


Un risultato tanto atteso, in quella che, da sempre, è stata una delle principali battaglie del nostro sindacato, che ci rende orgogliosi e ci consente di osservare quanto, ancora una volta, le nostre lotte contribuiscano a ottenere risultati concreti.

Si tratta infatti una grande conquista  per la Medicina Generale in quanto il laureando verrà a contatto la nostra  disciplina in tempi più precoci rispetto al passato poiché sarà prevista come una delle tre tappe del tirocinio obbligatorio, e verrà quindi anticipata la possibilità di conoscere questa professione in un periodo precedente la laurea, dando così la possibilità di includerla con consapevolezza fra le scelte di vita professionale post laurea. Auspichiamo che questo sia il primo passo per un futuro inserimento della Medicina Generale nell’iter formativo universitario.

Il nuovo decreto include il tirocinio trimestrale obbligatorio post laurea nell’iter formativo del percorso universitario in seguito al completamento degli esami del 4°anno, anticipando in tal modo anche la data di svolgimento dei test di abilitazione che prima poteva avvenire solo dopo il conseguimento della laurea. Vengono pertanto eliminati ulteriori tempi morti che fino ad oggi erano causa di una eccessiva dilatazione del percorso di accesso alla professione, accelerando maggiormente l’inserimento professionale dei giovani medici ed allineando sempre più l’Italia alla media europea.

Questo importante cambiamento va ad aggiungersi e potenziare le novità introdotte con il nuovo ACN che ridurranno sempre più i tempi per l’ingresso nell’ambito del SSN per i futuri medici di medicina di famiglia in un momento storico in cui rischiamo fortemente che la popolazione possa rimanere sprovvista di tale fondamentale figura professionale, come più volte denunciato da FIMMG.

Ringraziamo per tale esito anche la FNOMCeO, che si è occupata della tematica con la richiesta di riattivazione, a marzo scorso, del Tavolo ministeriale sulla Medicina Generale.




Al via la pubblicazione delle Tesi elaborate dai Medici frequentanti la Formazione Specifica in Medicina Generale

Al via la pubblicazione delle Tesi elaborate dai Medici frequentanti la Formazione Specifica in Medicina Generale (Triennio) nell’apposita sezione del sito web di F.I.M.M.G. accessibile al seguente LINK.

In questo modo la FIMMG intende dare spazio e visibilità ai medici in Formazione e ai loro Tutor, sperando così di creare un’opportunità di discussione e di ricerca, fondamentali per la crescita di una realtà culturale e scientifica di tutta la Medicina Generale.

Coloro che desiderano inviare le loro tesi di fine Corso di Formazione Specifica, potranno segnalare la loro disponibilità al seguente indirizzo scuolaricerca@fimmg.org e successivamente riceveranno il nostro modulo di adesione.




Fimmg Formazione Campania alla regione Campania insolvente

Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca

Pec: seg.presidente@regione.campania.it

Direzione Generale per la Tutela della Salute

Il Coordinamento del Sistema Sanitario Regionale

Avv. Antonio Postiglione

Mail: a.postiglione@regione.campania.it

Pec: dg.04@pec.regione.campania.it

E p.c. Dott.re Enrico Coscioni

Mail: coscionienrico@gmail.com

Presidente dell’Ordine dei Medici di Napoli

p.c. Dott.re Silvestro Scotti

Mail:silvestroscotti@fimmg.org

Con la presente FIMMG Formazione Campania intende segnalarVi che ai borsisti del Corso di Formazione in Medicina Generale non sono state ancora corrisposte le retribuzioni relative ai mesi di giugno, luglio, agosto, settembre 2016. Secondo quanto stabilito dal Bando di concorso pubblico per l’ammissione al corso triennale di formazione specifica in medicina generale della regione Campania, la corresponsione delle borse deve avvenire, in ratei mensili almeno ogni due mesi. L’esiguità della borsa di studio percepita costringe già di norma i borsisti a condizioni economiche svantaggiose rispetto agli altri professionisti specializzandi come già questa OS ha denunciato in più occasioni ma la mancata corresponsione delle dovute competenze è assolutamente inammissibile e non può essere tollerata. Dopo ripetute richieste verbali formalizzate presso gli uffici di competenza regionale, con la presente FIMMG Formazione chiede a nome di tutti i suoi giovani iscritti che vengano rispettati i tempi previsti dall’apposito bando che siamo tenuti a rispettare quando ci impone delle incompatibilità che non consentono altro tipo di guadagno in attività libero professionali.Dunque se non riceveremo rapidi riscontri la presente OS è pronta a  mettere in atto dure forme di protesta affinchè sia corrisposta ai giovani futuri MMG della regione Campania la loro unica fonte di guadagno.

Cordiali Saluti,

FIMMG Formazione Campania




Valle d’Aosta


Coordinatore Regionale FIMMG Formazione

Erika Fiou

Direzione Area Territoriale Uff. CNU
Sabrina Biazzetti
tel. 0165/544451

Coordinatori del corso

Dottor Leonardo Iannizzi

Telefono: 0165 54 46 25
E-mail: liannizzi@ausl.vda.it


Downloads


Coordinatore Regionale FIMMG Formazione




Toscana

Toscana


Direttore del CFSMG

Emanuele Messina
messina52em@gmail.com


Polo Didattico Firenze

I anno

Giuseppe Burgio
Stefano Giovannoni

II anno

Stefano Lenti
stefano.lenti@tiscali.it

Mauro Mugnai


III anno

Elisabetta Alti
altielisabetta@gmail.com

Loretta Polenzani


Polo Didattico Siena

I anno

Marcello Sbrilli

II anno

Luciano Valdambrini
lucianovaldambrini@alice.it


III anno

Giovanni Carriero
giocar54@gmail.com


Polo Didattico Pisa

I anno

Stefano Cardamone
dr.stefano@iol.it


II anno

Luca Puccetti
lucpucce@promedgalileo.org


III anno

Filippo Calcini
f.calcini@leonet.it


Segreteria

Siena
formazionemmgsiena@gmail.com


Pisa

formazione@omceopi.org


Firenze

formazionemmgfirenze@formas.tosana.it

Coordinatore Regionale FIMMG Formazione

Referente polo di Pisa
Carmelo De Gori
degoricarmelo@hotmail.it
Responsabile Area Scientifica
Irene Guarnieri irene.guarnieri@gmail.com

Vice Coordinatore FIMMG Formazione

Francesco D’Angeli
dangeli.fda@gmail.com


Responsabile Accesso alla Professione

Elena Polato
polato.elena@gmail.com


Responsabile Comunicazione

Giuseppe Tartaglione
gtarta4@gmail.com


Downloads




Piemonte

Piemonte


Coordinatori Triennio 2015-2018

Francesca Camardella

cammafrank@yahoo.it


Dottor Aldo Mozzone
aldomoz@tin.it


Dottor Andrea Pizzini
andrea.pizzini@libero.it


Matteo Caposieno


Marco Marchetto


Uberti Marzio


Coordinatori Triennio 2013-2016

Contatto e-mail: coordinatori.specifica@gmail.com


Dottoressa Paola Chiara
paolachiara@tiscali.it
via Verolengo 195, Torino


Dottor Aldo Lupo


Dottor Marco Morgando
marcomorgando@gmail.com
via Torino 202, Ivrea (TO)


Coordinatori Triennio 2014-2017

Dottor Marco Araldi
marco.araldi@primacura.it / info@primacura.it
Tel: 0113017817
Fax: 0113185607
via L. Spallanzani 6/B, Torino


Dottor Gabriele Bellomo
bellomogabriele@virgilio.it
Tel: 0119250178


Dottoressa Patrizia Piano
patriziapiano55@gmail.com


Collaboratori delle attività di coordinamento organizzativo e amministrativo

corso Regina Margherita 153 bis, Torino


Signora Anna Maria Lacerra
anna.lacerra@regione.piemonte.it
Tel: 0114322192


Signora Pasqua Cirillo
pasqua.cirillo@regione.piemonte.it
0114322353


Coordinatore Regionale FIMMG Formazione

www.fimmgpiemonte.it/formazione/news


Downloads




Le riflessioni di Giuliana Arciello, Segretario Nazionale FIMMG Formazione, dalla Conferenza Nazionale FNOMCeO di Rimini

Un grande “brain-storming” incentrato su una revisione della Professione medica a cui oggi viene richiesto di rispondere in maniera proattiva alle sfide che il domani ci propone.

FIMMG Formazione continuerà a puntare in alto e a mirare dritto verso gli obiettivi di tutela dei colleghi in formazione in medicina generale.

13325647_1134693359905754_5768571235846089060_n




FIMMG Formazione: “Bene il Ministero della Salute in merito all’ex articolo 22 del Patto per la Salute, ma le Regioni non remino contro!”

Esprimiamo soddisfazione in merito al documento presentato dalle OOSS dei Medici, dipendenti e convenzionati, dei Veterinari e della Dirigenza sanitaria, che punta ad ottimizzare il percorso formativo dei medici di medicina generale all’interno delle strutture regionali.
Le attività professionalizzanti remunerate e l’Osservatorio Nazionale per la Medicina Generale sono le due richieste storiche di FIMMG Formazione che finalmente si stanno per concretizzare. La prima consentirebbe, da un lato, l’adeguamento dell’esigua borsa del corsista con delle attività svolte all’interno delle nuove aggregazioni funzionali territoriali previste dalla legge Balduzzi, dall’altro permetterebbe la reale formazione sul campo trasformando i medici in formazione in risorse lavorative per il SSN già durante il percorso formativo.
La seconda, ovvero l’Osservatorio, pone le basi per l’evoluzione della medicina generale in termini scientifico-organizzativi, in linea con quanto si auspica per i futuri mmg impegnati sul piano scientifico e proiettati nella ricerca clinica. L’Osservatorio, in vigore attualmente solo per le strutture universitarie ed ospedaliere, determina gli standard per l’accreditamento delle strutture per le singole specialità; la mancanza di un organo analogo per la medicina generale ha costituito finora una grave carenza. Verificare i requisiti di idoneità alla rete formativa delle singole strutture, effettuare il monitoraggio dei risultati della formazione e definire i criteri e le modalità per assicurare la qualità della formazione in conformità con i dettami dell’Unione europea, sono alcuni dei compiti dell’Osservatorio che contribuirà all’innovazione e ottimizzazione del Corso di Formazione in MG parallelamente allo sviluppo di un core curriculum omogeneo sul piano nazionale.
Positivo appare inoltre il “dietrofront” delle OOSS e dei Ministeri in merito alla proposta delle Regioni che avrebbe consegnato il CFSMG in mano all’Università. Da sempre, infatti, FIMMG Formazione sostiene l’importanza della regionalità del corso di formazione specifica che non potrebbe essere altrimenti economicamente sostenibile: nei prossimi anni, infatti, sarà sempre più forte la carenza di MMG, il cui fabbisogno viene attualmente calcolato sul territorio specifico. Il transito verso l’Università, svolgendosi necessariamente ad isorisorse, comporterebbe una sicura riduzione dei posti messi a bando per il Corso di Formazione Specifica in Medicina Generale che fino ad oggi, grazie alla gestione regionale, rappresenta la più grande scuola di formazione post-lauream.
Condivisibile in toto risulta anche la riforma inerente alla laurea abilitante. Questo punto ben si inserisce nel contesto di un riassetto orientato alla riduzione dei tempi morti, da sempre caposaldo della lotta portata avanti da FIMMG formazione.
Si continua a dire con forza che le esperienze formative teoriche e pratiche-osservazionali devono essere integrate da esperienze sul campo su aspetti clinici e anche gestionali. E’ questo l’obiettivo di FIMMG Formazione: l’inserimento remunerato dei medici in formazione nei nuovi modelli organizzativi della MG, affinchè la borsa sia adeguatamente integrata, la formazione diventi una moderna formazione lavoro professionalizzante e si riconosca pienamente ai colleghi il risultato del superamento di un concorso pubblico per l’ingresso nella MG.
Devono essere messi in atto tutti quei provvedimenti che possono migliorare la qualità del corso, per non spegnere l’entusiasmo di chi sceglie questa strada con la vocazione di fare il medico di medicina generale

Carmelo Graceffa
Vice Responsabile Nazionale Area Comunicazione FIMMG Formazione

Noemi Lopes
Coordinatore Regionale FIMMG Formazione Sicilia